Publisher Website!

UNA DONNA CON DUE CAVALLI, dalla Mongolia a Crocovia con tappa in Italia

UNA DONNA CON DUE CAVALLI, dalla Mongolia a Crocovia con tappa in Italia

19nov, 2019

Un viaggio a cavallo per portare la pace… si tratta di Paola  Giacomini, una donna di cavalli con la D maiuscola, 40 anni, originaria della val di Susa,  che abbiamo incontrato a Fieracavalli  nello stand di Fitetrec Ante.  Paola Giacomini  si è messa in cammino il 10 Giugno 2018  partendo  da Haragorin  nel cuore della Mongolia con l’obiettivo di raggiungere Cracovia percorrendo l’itinerario dei discendenti di Gengis Khan.

 

Un viaggio  – come lei stessa ha dichiarato  – che ha preparato in dieci anni, dopo essersi recata  in Mongolia nel 2007, ed esserci  tornata altre cinque volte  in cui ha raccolto informazioni, suggerimenti, ed in cui ha conosciuto tante belle persone che le hanno trasmesso il giusto coraggio per affrontare l’impresa. Un viaggio attraverso il quale la Giacomini ha voluto  trasmettere il suo messaggio di pace evidenziando che il suo essere donna non l’ha assolutamente penalizzata, al contrario le ha permesso di conoscere, essere apprezzata e profondere la sua positività ed energia.

Dopo la Mongolia , il suo viaggio ha fatto tappa a Verona a Fieracavalli un’occasione per raccontarsi e da cui è emerso il profilo di una donna capace di emozionarsi, che si sente sicura avvolta nel buio, che non ha paura ad affrontare il freddo quando fuori ci sono meno 35 gradi, che affida alle immagini pubblicate sui social il resoconto dei suoi viaggi. Novemila i chilometri che ha percorso insieme a Il Dritto e Custode i due cavalli comprati un anno prima di partire che le hanno fatto compagnia e in più occasioni si sono rivelati due angeli custodi, capaci di segnalarle il luogo più idoneo dove accamparsi, la via migliore per uscire da un bosco distrutto dalle bufere, per raggiungere il villaggio più vicino dove rifornirsi del cibo necessario per vivere una settimana in autonomia. Un telo da piazzare tra gli alberi come rifugio, e nelle bisacce i ferri da maniscalco.

Paola Giacomini Paola Giacomini

Operaia nelle piste da sci di Bardonecchia, Giacomini non si è lasciata intimorire dagli ostacoli linguistici. “Prima di partire ha seguito un corso serale di russo, lingua che oggi parla fluentemente.   In Mongolia attaccavo le conversazioni in Inglese – dice – ma nessuno mi capiva e ho deciso di comunicare in Italiano e nonostante le difficoltà ho avuto conversazioni bellissime”. Panorami e volti sono adesso impressi nella sua mente e non solo.

Le prime impressioni le ha raccolte nel blog “sellarepartire.it”, ma specifica “non ho avuto modo di aggiornarlo spesso, privilegiando i social fotografici”. Il Dritto e Custode l’hanno seguita fino a Fieracavalli guadagnandosi molto più di 15 minuti di fama. E adesso vivranno con lei in Val di Susa. Si preoccupa: “lì c’è molta umidità, loro non sono abituati, hanno tanta pelliccia da far invidia ad un orso. Sudano. Spero riescano ad abituarsi”. Il futuro? Tornare a lavorare a breve termine sulle piste da sci, ma l’orizzonte è più lontano “spostato verso Est”.

GAUDIANO CON LA COPPA DEL MONDO FA SOGNARE TUTTI …

GAUDIANO CON LA COPPA DEL MONDO FA SOGNARE  TUTTI …

15nov, 2019

Fa sognare tutti,  con un tifo tutto italiano, Emanuele Gaudiano, il carabiniere scelto, nativo di Matera,  classe ’86,  che ha mosso i primi passi equestri a cavallo tra Puglia e Basilicata,   nel  Gran Premio  Volkaswagen valevole come quarta tappa del girone Europa Occidentale della Longines FEI Jumping World Cup™ 2019/2020. Gaudiano  ha conquistato il quarto posto dopo un barrage giocato sul filo dei centesimi di secondo che ha visto prevalere il britannico Scott Brash con Hello M’Lady (0/0; 35.53).
Con un doppio netto nel tempo di 36 secondi e 23 centesimi, Emanuele Gaudiano con Chalou ha infiammato il numerosissimo pubblico del Pala Volkaswagen e, con tale risultato, ha guadagnato punti importanti nella classifica del girone di Coppa del Mondo che ora lo vede quarto (26 punti).
Gaudiano ha quindi consolidato ancora di più  la sua posizione nel ranking FEI valido per la conquista di un posto per i prossimi Giochi Olimpici in Giappone.
“Ho vissuto una settimana stupenda qui a Verona – ha detto l’azzurro – con la vittoria del primo giorno e il quarto posto di oggi. Chalou è stato incredibile, un tempo di galoppo in più sulla linea del primo ostacolo ci ha fatto perdere centesimi di secondo preziosi. Resta comunque la soddisfazione per aver conquistato altri punti importanti per ottenere un posto nella gara individuale delle Olimpiadi di Tokyo.”

Trentotto i binomi al via, sedici dei quali ammessi al barrage. Tra questi tre degli otto italiani al via.
Il carabiniere scelto Filippo Marco Bologni primo ad entrare sia nel percorso base che nel barrage con Sedik Milano Quilazio, ha chiuso con un doppio netto nel tempo di 45.86 secondi che gli è valso l’ottava posizione in classifica finale. In barrage anche il 1° aviere scelto Emilio Bicocchi con Evita SG Z anche lui capace di una prova velocissima senza errori (0/0; 37.78) che lo ha collocato al sesto posto.

“Portare tre cavalieri azzurri nei primi dieci e andare addirittura vicinissimi alla vittoria con Gaudiano ci riempie di orgoglio – ha dichiarato il Presidente della FISE Marco Di Paola. Cresce Fieracavalli e cresce la Federazione come hanno dimostrato le iniziative di ArenaFISE e tutte le altre discipline rappresentate in questa edizione di Fieracavalli”.

Nella classifica del Gran Premio alle spalle di Scott Brash si sono invece piazzati l’irlandese Darragh Kenny con Romeo (0/0; 36.06) e lo svizzero Steve Guerdat con Alamo (0/0; 36.19).

Riferimento Ufficio Stampa Fise 

TOTAL BLACK … E’ IL NERO LUMINOSO

TOTAL BLACK … E’ IL NERO LUMINOSO

14nov, 2019

Total black per Unvero Napolitano, Zarik, Federik, Barry White, Calisto, Zrfhir. Sono i fantastici esemplari Murgesi montati da Francesco Calisi, Florinda Cortese, Dario Marinelli, Eziana Maccuro, Alessandro Calisi, Gianluca Palatella, Arianna D’Attona  dell’Accademia di Arte Equestre “Il Nero Luminoso”, che hanno preso parte, seppur in formazione ridotta,  a Fieracavalli 2019.

Il Gruppo,  che rappresenta una consolidata realtà nel panorama degli spettacoli equestri  delle più importanti manifestazioni fieristiche  e del panorama sportivo in relazione al Dressage,  costituito  da un gruppo stabile di binomi di cavalieri e amazzoni che  montano cavalli di pura Razza Murgese, infatti, nelle attività vengono  impiegati  cavalli stalloni regolarmente immessi in razza come riproduttori, prodotti esclusivamente nell’ambito allevatoriale pugliese.

Lo staff de “Il Nero Luminoso” è costituito da Tecnici e Cavalieri con brevetto F.I.S.E., preparati e coordinati dall’Istruttore Federale di 2°livello  specializzato in Dressage,  Francesco Calisi, sotto la cui guida i cavalli vengono addestrati alle diverse discipline dell’equitazione, dal Dressage agli Attacchi Sportivi, con l’obiettivo di “elevare” il cavallo pugliese ad eguale  dignità di altre acclamate razze equine europee, da secoli preferite alle discipline dell’Arte Equestre.

Lo sforzo – commenta Francesco Calisi –  consiste nel dimostrare la qualità psico-morfologico-fisica del nostro cavallo ed anche la sua peculiare inclinazione a dedicarsi alle più elevate figure dell’equitazione.

SPORT EQUESTRI IN ITALIA E IN PUGLIA, NE PARLANO DI PAOLA E VERGINE

SPORT EQUESTRI IN ITALIA E IN PUGLIA, NE PARLANO DI PAOLA E VERGINE

13nov, 2019

“Passione e amore per il cavallo”, un claim che trova spazio lì dove  via sia la capacità di riunire e unire in un unico mondo, quello appunto del cavallo, visto, amato e declinato in tutte le sue sfaccettature, come testimonial di uno stile di vita, come fantastico compagno di avventure e viaggi,  come essenziale partner per l’agonismo, come animale da compagnia, come strumento di rieducazione alla vita, uno spazio che certamente Fieracavalli  riesce ad interpretare favolosamente da 121 anni.

Ovviamente Fieracavalli è occasione di incontro e di rincontro per appassionati, tecnici, istruttori, cavalieri ed amazzoni.

La Federazione Italiana Sport Equestri,   ha un ruolo determinante nell’organizzazione della rassegna scaligera,  con concorsi di salto ostacoli,  concorsi per Pony, la Coppa delle Regioni Under 21, ma soprattutto Verona è l’unica tappa italiana della Coppa del Mondo di Salto Ostacoli Longines Fei World Cup. 

A rappresentare la Fise, il presidente Marco Di Paola, che ha evidenziato come in Italia vi sia un forte incremento degli sport equestri. “La Fise – ha specificato Di Paola – dedica molta attenzione alla base, perché è dalla base che  si formano i futuri campioni.” Ai microfoni di Puglia a Cavallo, Di Paola ha elogiato la Puglia per l’importante lavoro che in questi anni sta compiendo, nonostante le difficoltà di una Regione complessa, estesa in lunghezza  con i relativi disagi per spostamenti, trasporti etc.”

Il presidente della Fise Puglia, Francesco Vergine, presente a Verona oltre che in rappresentanza della Regione e come commissario  della Fise Basilicata,  come cavaliere delle cosiddette categorie “grosse”, ha evidenziato  ai microfoni –  la coesione dei giovani atleti delle due Regioni che a Verona hanno affrontato con coraggio e determinazione la Coppa delle Regioni Under 21, classificandosi al 4°  la Puglia e al 6°  la Basilicata su 15 Regioni presenti,  dei cavalieri partecipanti a titolo individuale e nelle gare della 121, oltre che l’impegno del Comitato Regionale a stimolare  e supportare la crescita della base, la professionalizzazione dei tecnici senza perdere di vista lo sviluppo dell’agonismo  nelle diverse discipline  contemplate dalla Fise.

PASSIONE “TURISMO EQUESTRE”… SUGGERISCE CRISTINA RUGGE

PASSIONE  “TURISMO EQUESTRE”… SUGGERISCE CRISTINA RUGGE

11nov, 2019

Ad accogliere gli appassionati, nello stand di Fitetrec Ante  a Fieracavalli a Verona, incuriositi dalla bella esperienza di Paola Giacomini che ha percorso 9000 chilometri a cavallo partendo dalla Mongolia per portare un messaggio di pace, il presidente della Fitetrec Ante, Alessandro Silvestri, Cristina Rugge, presidente della Fitetrec Ante Puglia  e Antonio Rosato, referente del Settore Formazione di Fitetrec Ante. 

Alessandro Silvestri 501fcb64-5ede-4238-991e-8f67b8ec8adf b6c7a565-fd4b-479d-8140-7eca512b384b e17cfcd6-9a52-45ed-bb82-2eb36b06712f

Sommessamente sentiamo la Rugge rivolgere ad un giovane ragazzo una semplice domanda, che non abbiamo potuto fare a meno di riportare... Siete mai saliti a cavallo?

“Da qui, da lì sopra – racconta Cristina Rugge  la vista  è davvero spettacolare,  il contatto con la natura, con la terra, con il cielo è  profondo ed intenso. Andare a cavallo, è un’esperienza bellissima, che tutti dovrebbero poter fare e che regala sensazioni uniche che arricchiscono la mente e il corpo. A cavallo tutto è più lento, i ritmi  scandiscono semplici azioni che diventano grandi  gesti. Dovresti provare .. “

E in effetti la Puglia con la sua diversità offre ampie prospettive per praticare il turismo equestre,  il Salento, ad esempio offre  innumerevoli itinerari, degli scorci fantastici,  lunghe spiagge sabbiose, meravigliosi litorali rocciosi e ampie campagne costellate da pietre e profumata macchia mediterranea, che  consentono di godere della  bellezza di una terra che ha tanto da offrire. Il Gargano  non è da meno,  certamente tra le zone più belle  d’Italia, con il suo  meraviglioso promontorio verde proteso sul mare Adriatico, la  vegetazione lussureggiante e i bellissimi paesaggi da ammirare da qualunque parte si volga lo sguardo.  Un altro itinerario mozzafiato, dove tra l’altro si sono svolte anche gare di Endurance e l’Oasi di Torre Guaceto  e l’entroterra di Carovigno con il Canale Reale.  I Parchi dell’Alta Murgia, delle Pianelle con le specie autoctone dove primeggia, il leccio, il ragno e la roverella.

E a confermarci che il turismo equestre in Italia sta prendendo sempre più piede è proprio il presidente  nazionale della Fitetrec Ante, Alessandro Silvestri – si stima ha detto che in Europa sono circa 30 milioni gli appassionati , in Italia un milione e mezzo.  E’ un modo per far conoscere l’Italia – ha evidenziato Silvestri- raccontare le nostre bellezze,  l’enogastronomia, ma è soprattutto un modo per fare turismo divertendosi.

 

 

LA 125 E’ DI LORENZO NESTOLA

LA 125  E’ DI LORENZO NESTOLA

10nov, 2019

38 partenti nella  complessa Arena di Fieracavalli  nella categoria  1,25  di salto ostacoli, a vincere è il giovanissimo Lorenzo Nestola, sul fido Dindinlady, cavallo olandese del 2008.

Lorenzo Nestola già Medaglia d’Oro dei Campionati Regionali I° Grado  2018- ne abbiamo parlato  qui  –  allievo di Pierantonio Carovini,  con un doppio netto e un tempo complessivo di 131,31,   ha scalato la classifica finale  portando il Circolo Ippico “Il Monte” e la Puglia alla ribalta nazionale.

Il video della gara  di Lorenzo Nestola https://youtu.be/kQLV50IOMfM