Publisher Website!

I CAVALLI DI PUGLIA E I MURGESI TRA MITO E REALTÀ

I CAVALLI  DI PUGLIA E I MURGESI  TRA MITO E REALTÀ

6mag, 2020

Si tratta di uno studio inedito elaborato da Sirio Marketing & Comunicazione Puglia A Cavallo  che ha avuto l’obiettivo  di trovare un nesso, un filo conduttore tra il Cavallo Murgese e i cavalli che hanno abitato quella che nell’epoca antica e tardo antica era chiamata Apulia.

Certo una bella scommessa.  Difficile da dimostrare perché i documenti, i reperti a disposizione sul tema,   disponibili,  sono davvero proprio pochi, anche perché cavallo Pugliese non vuole dire necessariamente Murgese…

L’idea è stata quella di scavare nella storia per  trovare qualche dato che ci potesse aiutare a fare luce e semmai se non a trovare un discendente diretto del Murgese, quanto meno a identificare un pro, pro zio antenato che gli somigliasse.  Il nostro pertanto dopo un breve exursus sulla storia moderna che inquadra la Razza, è stata  una ricerca a ritroso per approfondire la conoscenza dello sviluppo delle razze equine in Puglia.

L’idea  di mettere nero su bianco, di fatto personalmente l’ho sempre avuta, se non altro perché sono una fan oltre che dei cavalli in genere, della Razza Murgese in particolare, e, sono anni e anni che scrivo e racconto dei Murgesi, di Murgesi famosi e no, di allevamenti, di trionfi e di sconfitte che hanno caratterizzato la vita della razza,  da numerose testate, prima da quella di  Tutto Equitazione, poi da Cavallo Magazine e soprattutto da  Cavalli e Cavalieri, oltre che dalle pagine dei diversi quotidiani e altre testate nazionali. L’occasione in questo caso è scaturita dai  percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento  del Liceo Aristosseno di  Taranto, che come Sirio Marketing e Comunicazione,  io e il mio collega Arcangelo Lamola seguiamo da molti  anni ormai,  lui soprattutto con particolari competenze tecniche digitali. Tra i progetti che  come  Sirio portiamo avanti,  già da qualche anno c’è, tra gli altri, proprio Pugliaacavallo.  Ci piaceva l’idea di fare un percorso di alternanza che servisse a far conoscere e valorizzare i cavalli in Puglia. 

E così da un  colloquio con il preside del Liceo Aristosseno,  Salvatore Marzo, sempre pronto ad accogliere le novità, le idee che fanno grande il territorio e la Puglia in genere, è nata l’idea di in percorso di alternanza con i ragazzi del Liceo classico  che li facesse conoscere la fascinosa Razza Murgese.

“Lo scopo del lavoro è quello di valorizzare le persone e il territorio – ci confermava Marzo, durante la fase intermedia del lavoro – valorizzare le persone significa  – spiegava  Marzo – rendere gli alunni e i docenti protagonisti di un importante aspetto storico e antropologico sviluppatosi nel corso dei secoli, valorizzare il territorio significa avere l’opportunità di condividere questa straordinaria risorsa ambientale, paesaggistica e zootecnica della nostra Regione.” 

Non vi nascondo che non è stato facile, perché spesso nei percorsi di alternanza, c’è solo la prospettiva di dover far trascorre il tempo e concludere il prima possibile. Poi diciamocelo francamente – i cavalli – rappresentano proprio un aspetto di nicchia. Non interessano a tutti. E soprattuto un Liceo Classico cosa ha a che vedere  con i cavalli.  Ovviamente in una classe ci sono sempre elementi disponibili alle novità,interessati a conoscere,  altri arroccati nelle loro idee, altri ancora indifferenti. E  poi noi non avevamo una classe di scientifico, dove le scienze potevano venire in soccorso con lo studio degli animali, la zootecnia. La  tutor, Josè

Minervini, un’insegnante bravissima, di stampo classico, amante del latino, presidente  della società  Dante Alighieri, diciamocelo con i cavalli non c’entrava nulla, se non il piacere di ammirarli…

Dovevo necessariamente portarli tutti  i costi a veder i cavalli,  vedere i neri cavalli Murgesi dal mantello lucente. E così è stato. Siamo riusciti, grazie al Preside,  con le esigue risorse della scuola ad andare a Martina Franca, siamo andati a quella che prima era chiamata Forestale, ora è il centro di Biodiversità del Cavallo  di Razza Murgese  che fa capo alla Sezione Carabinieri a Cavallo. Qui si è schiuso  ai ragazzi e all’insegnante un mondo. Un mondo affascinante che non conoscevano, che li ha inebriati, che li ha letteralmente esaltati. Un  giro per allevamenti. La fermata dagli amici di  Sant’Angelo dei Piccoli e in altre  gloriose masserie del territorio ..

I ragazzi finalmente volevevao saperne di più.

Intanto trattandosi di un Liceo, avevo a cuore anche il  percorso culturale dei ragazzi, pur se inserito in un contesto lavorativo come quello di una agenzia di comunicazione come la nostra. Ecco quindi  l’idea di dare al lavoro un taglio che approfondisse, o meglio facesse luce, tirasse delle ipotesi, sulla presenza dei cavalli in Puglia ed un possibile collegamento con il nostro Murgese.

Innestare questa ricerca nel percorso formativo di un Liceo  ha significato offrire al mondo della scuola una preziosa opportunità di interlocuzione con una realtà passata, presente e futura del nostro territorio – ha specificato Salvatore Marzo, preside del Liceo Aristosseno di Taranto – che merita a pieno titolo di entrare nel profilo formativo dei nostri giovani . 

Queste sono le premesse che ci sembrava giusto fare per presentare  ai nostri numerosi  lettori un breve lavoro sull’ipotesi dei cavalli in Puglia. Lavoro che ovviamente ha un compendio scritto di diverse pagine per i ragazzi del nostro percorso che quest’anno porteranno al loro esame di maturità l’esperienza di alternanza con il nero di Puglia. Mi preme un ringraziamento particolare a Luca Pastore, mio grande amico, sostenitore e profondo conoscitore della Razza Murgese e poi all’esperto  Checco Curci, con il quale abbiamo in comune questa grande passione, al presidente dell’Associazione Nazionale del Cavallo delle Murge e dell’Asino di Martina Franca, Leonardo Fusillo e a tutti gli allevatori, amici, sostenitori della Razza Murgese che nel testo del nostro filmato ringraziamo e quanti comunque lavorano nel settore, seppur non nominati ma sempre riferimento per la nostra cultura equestre.

#alternanzascuolalavoro, #amoimurgesielidifendo #ilovemurgesi #cavallidipuglia #cavallitramitoerealtà

 

 

commenta

commenta