Publisher Website!

FISE CON TE, DI PAOLA IN PUGLIA

FISE CON TE, DI PAOLA IN PUGLIA

6giu, 2019

Una FISE che si professionalizza sempre di più e sempre di più alò passo con i tempi. 

“Oggi non è più possibile gestire un centro ippico nella stessa maniera in cui si faceva 1o anni fa. Le regole sono cambiate e sono cambiate in funzione dell’evoluzione che c’è stata. Un tempo anche la gestione dei rifiuti  a tutti i livelli veniva gestita diversamente, come la gestione sanitaria delle scuderie, come anche la questione trasporti, assicurazioni e sicurezza. – ha commentato Francesco Vergine, presidente della Fise Puglia in occasione dell’incontro tenutosi a Lecce con il presidente nazionale Marco Di Paola, che ha varato con il Consiglio nazionale un programma di sensibilizzazione e formazione con il Centro Studi della Fise per professionalizzare i ranghi istruttori Fise e fornire al contempo ai centri ippici nuovi strumenti operativi per far fronte alle innovate esigenze in tema di gestione dei centri ippici, dei tesserati e dei problemi connessi.

Sul tema dei trasporti i trasporti si è soffermato Andrea Scianaro, Consigliere F.I.S.E. della Regione Umbria e componente della Commissione Trasporto Equidi istituita dal Presidente Marco Di Paola, sul tema del fisco, Paola Bruno,  commercialista  esperta sul tema , revisore dei conti del Comitato Fise puglia, su quello assicurativo, Ettore Artioli,  imprenditore palermitano, nella squadra del presidente Di Paola,  cavaliere amatore é stato vicepresidente di Confindustria con delega per il Sud.

Notevole è stata la partecipazione degli istruttori e tecnici che hanno voluto approfondire con domande anche molto tecniche i temi proposti, riuscendo a colmare gap appunto sul tema assicurativo, dei trasporti e del fisco.

Di Paola con la consueta disponibilità ha incitato i presenti a consultare il Centro Studi Fise, a porre domande, questioni  sui temi che con il programma  itinerante sta portando in tutt’Italia al fine di colmare lacune e vuoti tecnico-giuridico che dovessero esserci nella conduzione dei Centri ippici.

 

commenta

commenta