UN PODIO RIDENTE CON CALABRIA, SICILIA E PUGLIA

UN PODIO RIDENTE CON CALABRIA, SICILIA E PUGLIA

19Nov, 2022

E’ un  podio che sfodera energia e grinta , composto da tre bellissimi ragazzi,   provenienti tutti dalle ridenti Regioni del Sud, nell’ordine Calabria, Sicilia e Puglia  quello del Gran Premio H 1:45 (NDR aggiungiamo reali ) disputatosi  all’Horse Club Terra Jonica in occasione del Concorso Ippico Nazionale 5 * che ha visto la partecipazione di 320 binomi complessivi.

A conquistare il titolo  sull’italiano di proprità della famiglia, Emisantos, maschio grigio  classe 2014,  è stato il cosentino Giorgio Bilotta 22 anni, secondo grado, da sempre a cavallo, giacchè i suoi genitori sono entrambi istruttori federali, così si sono conosciuti infatti, Edith Michalak e  Umberto Bilotta. Una storia la loro condita di trasferte, successi, impegno con la realizzazione a Rende del Centro Equestre Renzese.  La vittoria in  Gran Premio insieme agli altri risultati porta  luce  alla famiglia  – ed è il caso di dirlo davvero – visto che il papà Umberto, cavaliere e istruttore,  è purtroppo affetto da una retinopatia degenerativa, che in ogni caso non lo tiene lontano dai cavalli, tanto da pensare di entrare nella squadra paralimpica.  Un successo che viene da lontano considerando che Giorgio,  sin da quando gareggiava  nella Children “marciava forte” divenendo per la categoria stessa uno degli “azzurrini “di punta della Fise.

Seconda posizione per il messinese Giovanni D’Angelo, tesserato per il Centro Equestre Ortoliuzzo,  anche lui su un soggetto italiano Armageddon (di proprietà di Eugenia Botto), classe 2011.  Bronzo per Gianmaria Gabriele Prete di casa per l’ASD Horse Club Terra Jonica sulla fantastica Isabeau d’Arezzo “pezzo caro” alla famiglia Prete.

Un Gran Premio,premiato dell’Assessore del  Comune di Taranto,  Mattia Giorno, disputatosi anticipatamente sui programmi volendo evitare il mal tempo incombente come da previsioni, ma reso possibile grazie alla lungimiranza dell’organizzazione Podo che ha avviato le gare  già al  giovedì, con le stesse categorie qulificanti. “Un ‘orgnizzazione perfetta e senza sbature”-  ha spiegato la presidente di giuria Maria Rosaria Capone – “all’insegna della cordialità e dell’accoglienza” ha replicato Filippo Maria Grispini, lo speaker  istruttore e cavaliere del 5 Stelle di novembre.

A  margine con Francesco Vano, espertissimo  e affabile direttore di campo, … commentavo il  numero di percorsi netti inferiore rispetto alla solita media, e giustamente mi faceva riflettere che siamo nel secondo periodo dell’anno o meglio a conclusione quasi dello stesso,  ragion per cui si richiede ai binomi un maggior impegno soprattutto in considerazione del fatto che un 5 stelle giocato in casa deve rappresentare  un’opportunità, un’occasione di crescita per i cavalieri  e le amazzoni che una volta fuori Regione devono essere in grado di affrontare  percorsi differenti, avvolte anche insidiosi.  Della serie a cavallo non regala niente nessuno, i meriti vanno conquistati. Onore a Fise Puglia!

In copertina foto della famiglia Bilotta di   Deborah Giorgi – Foto di  Puglia a Cavallo e di Marco Trane che si ringrazia compiutamente.

#granpremiofise

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

.