Publisher Website!

UN PUZZLE D’AMORE PER BLUE CONNECTION A MONTICCHIO

UN PUZZLE D’AMORE PER BLUE CONNECTION A  MONTICCHIO

21apr, 2017

I cavalli come mezzo di condivisione ed inclusione. Un vero puzzle d’amore.

Il Circolo Ippico Monticchio di Taranto della famiglia Ettorre, ha accolto l’appello dell’instancabile Maria Gabriella Incisa di Camerana, da oltre un ventennio in prima linea e all’avanguardia per i programmi di ippoterapia, che ha voluto dare senso al mese dell’Autismo promuovendo,  a rete,  dal suo Circolo Ippico Mahdia in Tunisia, all’Italia  e non solo, la giornata di sensibilizzazione dell’autismo. Molte ricordiamo sono le città da Trento a Palermo, dalle Puglie al Piemonte, dal maceratese alla terra umbra e persino dalla  Croazia e dal Brasile, che si sono dipinte di “Blu Connection”, al fine di raccogliere fondi per il centro di Mahdia, affinchè possano accedervi bambini cui gioverebbe la zooterapia , ma non  sono in condizione economica di potervi accedere.

 

Il merito di aver coordinato la giornata, che ha visto la partecipazione di quasi mille, tra bambini, ragazzi e adulti provenienti da diverse scuole di Taranto e Centri di Riabilitazione è da ascriversi a Titti Baccaro, coordinatore del 118   di Taranto e appassionato uomo di cavalli che insieme ad Angelo Macripò, cultore del cavallo e dell’Alta Scuola si sono impegnati in prima persona per regalare ai bambini, soprattutto, un sorriso con la speranza che sia proprio il cavallo il mezzo per combattere tutte quelle forme di isolamento comunicazionale, come l’autismo appunto.

18072779_10209228865301047_1701186343_n    18073264_10209228957183344_581796646_n  18049703_10209229409634655_1674628396_o

E’ stato questo quindi il senso della giornata di festa, presentata da Deborah Giorgi, svoltasi al C. I.   Monticchio,    che, come in un puzzle, in cui tutte le tessere sono fondamentali per far apparire l’immagine, hanno visto la collaborazione dell’U.T.R. di Grottaglie e del Parco del Sorriso, con la responsabile Maria D’Urso, del Circolo Ippico Ghibli di Grottaglie, con i responsabili Raffaella Monaco, Domenica Ciracì e Francesco Lenti, di Angelo Macripo’ e del Ranch GM “La Lanterna”, del Comune di Pulsano con l’assessore ai Servizi Sociali Gabriella Figocelli, della prof. Enza Tommaselli dell’Istituto Pitagora di Taranto e di Serena Corrente giornalista appassionata di cavalli.

 

18033028_10208104235353223_5043237782906256536_n  18010155_10208104234753208_1301840164747245631_n  18083755_10209228865421050_1770834651_o

Ed, in questa mattinata, di tutti e per tutti, è stata raccontata la bellezza del condividere anche il disagio senza sentirsi soli, ma piuttosto con il sostegno della comunita’ e il supporto della pet terapy con cani e cavalli, fantastici amici dell’uomo. Tra le dimostrazioni quella degli Angeli del Mare, con i cani da salvataggio, Milù, Chanel e Macchia.

 

Coinvolgente è stata la coreografia di Angelo Macripò insipirata al film capolavoro “Fantasia” di Walt Disney, con le principesse delle favole interpretate da Marisa Caprino, Raffaella Basile, Shanna Destasi, Angela Giustizieri, Robert Agnino e i suoi nobilissimi cavalli, l’Andaluso grigio Indio, il suo storico Navarre e il piccolo Lusitano Fuego, che ha indossato una “calzamaglia” blu in onore della giornata.

18090572_10209228955303297_193957842_o   18035609_10209228956823335_325488957_n

Nell’ambito dello spettacolo tra un risveglio di una principessa e l’altra, Macripò ha incantato tutti con una serie di numeri di “Alta Scuola alla Mano”, tra cui il “Passo Spagnolo”, la “Jambette”, “Jambette reverse”, “Piaffe a mano destra”,   “Passage” e “Levade”.

 

Emozionante è stato per molti di questi ragazzi il “Battesimo della sella”, un assaggio delicato dell’emozione di essere tutt’uno con il cavallo. “Oltre 200 sono stati i bambini che hanno voluto provarci” –   ci hanno raccontato Osvaldo Rizzitelli e Giacomo Pierri che hanno coordinato questo momento ludico.

 

A presentare la Sezione Equestre del Parco del Sorriso e i suoi ragazzi è stato il C.I Ghibli di Grottaglie, che in diretta grazie alla pazienza di Raffaella Monaco ha fatto apprezzare al pubblico l’impegno e le perfomance dei ragazzi del Centro. A supportare con la sua bella voce la giornata Giovanna Causo, che è riuscita con la sua tenacia a combattere il muro dell’isolamento, laureandosi al Conservatorio Paisiello di Taranto e che ha interpretato importanti pezzi di musica italiana, uno per tutti “O Sole mio”, assistita dal maestro Giuseppe Donodeo al sax, con altri ragazzi del centro.

Encomiabile il ruolo dei servizi di assistenza del 118 non solo dell’Asl, ma di altri centri come la Croce Verde di san Marzano, di Faggiano e Arcobaleno di Statte.

A coronare la giornata una tarantella finale a cui ha preso parte il pubblico presente e tutti i protagonisti della giornata.18109827_10209228953943263_204494487_n

commenta

commenta