FORMAZIONE PER TECNICI DI EVENTI STORICI E DI TRADIZIONE

FORMAZIONE PER TECNICI DI EVENTI STORICI E DI TRADIZIONE

16Gen, 2019

Qualificare sempre di più i propri tecnici. E’ questo l’obiettivo della Fise. Lasciare infatti alcuni settori, come può essere quello appunti degli Eventi Storici e di Tradizione all’improvvisazione significa prestare il fianco a critiche e soprattutto non garantire una adeguata tutela dei cavalli. 

Ecco perché il Consiglio Federale ha approvato l’istituzione degli esami da privatista per Tecnici di Eventi Storici e di Tradizione.

Ricordiamo ai lettori di “Puglia a cavallo” che il “Settore  Eventi Storici e di Tradizione” in casa FISE è nato, all’interno del dipartimento Equitazione di Campagna, a novembre del 2009, con la principale finalità di  programmare e promuovere lo  sviluppo e la regolamentazione tecnica delle manifestazioni legate appunto alla cultura storica e di tradizione più antica del Paese con l’obiettivo precipuo di  valorizzare e sviluppare attività non agonistiche in cui  il cavallo e il cavaliere sono protagonisti.

Tre sono i settori che rappresentano l’area Eventi Storici e di Tradizione: il  settore tecnico, il settore  promozionale e quello  veterinario (quest’ultimo sempre con l’obiettivo della  migliore tutela del benessere del cavallo).

Le attività pianificate dall’area sono state orientate alla formazione dei tecnici FISE abilitati alla certificazione dei terreni (l’elenco è stato concertato con l’Unire) e al riconoscimento dei cavalieri, al fine di vigilare sulla correttezza dello svolgimento di tutte le manifestazioni. Nel vasto calendario degli eventi che si svolgono sotto l’egida della FISE rientrano così i principali palii della tradizione italiana, le giostre, le quintana.

Tra i requisiti richiesti per accedere agli esami da privatista, l’età non inferiore ai 20 anni, il possesso dell’autorizzazione a montare “B” di specialità (B/PQ) o qualunque disciplina superiore, esperienze agonistiche  e partecipazioni ad eventi storici e di tradizione certificati, il diploma di maturità  e ovviamente la frequenza ai corsi indetti dalla Fise.

In allegato per chi fosse interessato si allega il programma previsto.

Istituzione Esami da Privatista Tecnici Eventi Storici

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.