Publisher Website!

I TITOLI DEL CAMPIONATO PUGLIA 2019 PER L’ENDURANCE

I TITOLI DEL CAMPIONATO  PUGLIA 2019 PER L’ENDURANCE

11dic, 2019

Sono Domenico Zenzola , Domenico Cantatore e Selena Spadone  i tre titolari del Campionato Endurance Puglia e Basilicata 2019, rispettivamente per le categorie CEN B, CEN A e Debuttanti oltre Giandomenico Scarabaggio che guida la classifica dei Debuttanti Non Agonisti.

Un Campionato che si è svolto su 5 Tappe, due delle quali nella fantastica Oasi protetta di Torre Guaceto, che ha ospitato a Marzo anche il primo internazionale endurance  che si è svolto in Puglia con l’Oasi del Cavallo di Carovigno, una ad Oria presso il Circolo Ippico Argentone, la quarta a Corato sull’Alta Murgia con l’organizzazione del Nero Luminoso e la quinta a Taranto, nella Salina Grande con il Circolo Ippico Tarantino. 

Un Campionato che ha consentito, con ben cinque tappe, ai diversi binomi partecipanti di potersi misurare, fare esperienza, consolidare team di supporto, valutando punti di forza e punti di debolezza ai fini della crescita agonistica. Un campionato che ha anche unito amicizie e rapporti, creato scambi di opinioni su tecniche e addestramento in gara, ma che ha anche evidenziato le difficoltà che vi sono nell’organizzazione di gare di endurance che sempre di più prevedono adempimenti burocratici, garanzie assicurative, conoscenze delle normative vigenti.

Una problematica sulla quale la Puglia con la Fise nei prossimi mesi sarà  presto chiamata a misurarsi, per far fronte alle esigenze di garantire ai propri atleti gare al passo con i tempi e che soprattutto siano di richiamo per tutti gli appassionati, che, in una Regione, come la Puglia, sono dislocati su un territorio decisamente vasto.

Ma veniamo alle classifiche partendo dalla CEN B,  Oro per Domenico Zenzola  con Gold Saharian, Argento per Luigi Cantatore con Nisha,  Bronzo per Francesco Colombo su St Armani, quarto è Piero Bisceglia su Onolue Sa, quinto Domenico Cantatore su Negma.

Per la Categoria CEN A, il podio è di Domenico cantatore con Samir By Camelot, seconda Eleonora Morini in sella a Raja, terzo Domenico Zenzola  in sella a Cremenaga, quarto Francesco Colombo su Tobruk del Sangro, quinto Pietro Bisceglia  su Onolue Sa.

Per la Categora Debuttanti sono due giovani ragazze del Team Vittorio Viti  a contendersi Oro e Argento, Selena Spadone  con Blak Magic Girl e Rosa Toscano con Pegoti. Terzo Valerio Ostuni  in sella ad Andromeda Frolic, quarto Danilo Linciano su Primo e quinta Denise Cristina Domanico su Benedetta.

Per le Debuttanti Non Agonisti, con Giandomenico Scarabaggio su Moira è poi seconda Francesca Pia Buzzerio, Edoardo Berardi terzo, Antonella Lamorgese quarta e ancora Denise Cristina Domanico quinta.

Ovviamente sono molti altri gli atleti che in questo 2019 hanno conseguito risultati nelle diverse giornate di gara o che sono cresciuti in termini di prestazioni,  come, Liviana Gentile,  Angela Tota, Fiomena Zenzola, Francesco Barile, Laura Mandrelli, Emanuele Polini, Nicola Ciccimarra, Valentina Albano, Luigi Capogna, Diana Corrato, Leonardo Fontana, Federica Reda, Luigi De Falco.

SPORT DI QUALITA’ NEL WEEKEND DI SANTA CECILIA IN PUGLIA

SPORT DI QUALITA’ NEL WEEKEND DI SANTA CECILIA IN PUGLIA

20nov, 2019

Il weekend di Santa Cecilia in Puglia è all’insegna degli sport equestri. Due appuntamenti interessanti, seppur molto diversi tra loro, in comune un solo comune denominatore: il cavallo.

A San Giorgio Jonico in provincia di Taranto, presso l‘A.s.D. Terra Jonica, la parola d’ordine è SALTO OSTACOLI.  Da venerdì e fino a domenica infatti è programmato un Concorso Ippico A2*, che vedrà impegnati cavalieri e amazzoni per gli ultimi  salti di Novembre.  A Corato, in provincia di Bari,  a Tenuta Pedale,  l’AsD Oasi del Cavallo domenica 24,  organizza l’Endurance Road Corato, qui evidentemente la parola d’ordine è ENDURANCE.

Due discipline assolutamente differenti , che si svolgono sotto l’egida Fise , entrambe promosse dal Comitato Regionale Fise Puglia, e che proprio per questo sono per così dire sotto “garanzia”, nel senso  che in ambedue è tutelata la corretta relazione uomo-animale, nel rispetto della dignità di entrambi. La Fise infatti condivide  i criteri essenziali per la corretta gestione degli equidi, secondo la buona prassi e comportamenti etici a tutela della salute e del benessere  degli stessi.  Manifestazioni in cui in ogni caso vi è la costante presenza del veterinario, del medico, dell’ambulanza oltre che di tutti gli ufficiali di gara che hanno fatto un percorso professionale. Senza considerare i cavalieri che a vario titolo seguono un iter formativo a steep. Non sempre negli eventi in cui il cavallo è protagonista, tali principi sono rispettati, ecco perché è fondamentale  affidarsi come cavalieri e amazzoni a Centri riconosciuti,  Fise, ma anche Fitetrec Ante, per quelle discipline come il penning, il turismo equestre, il cross. Certo ci sono i centri di promozione sportiva, che sono declinati a fare avvicinamento allo sport, ma quando si parla di agonismo e di spettacolo di alto livello, nell’ambito equestre,  è importante valutare anche a  quali manifestazioni,in qualità di spettatori, sarà bello assistere e soprattutto non ci facciano perdere la voglia di ammirare i nostri amici a quattro gambe, ovviamente per colpa di quelli  che di gambe ne hanno due!

Privilegiamo lo sport  di qualità!

COLOMBO IN FEI CON ABU DHABI E LA MEZYAD STABLES

COLOMBO IN FEI  CON ABU DHABI E  LA  MEZYAD  STABLES

15ott, 2019

E’ stata una gran bella esperienza quella di Francesco Colombo che ha partecipato al FEI MEYDAN WORLD ENDURANCE CHAMPIONSHIP YOUNG HORSES a Pisa lo scorso settembre:
un mondiale riservato ai migliori cavalli di 7 anni.
“L’emozione e’  stata doppia – ci racconta Francesco Colombo, cavaliere naturalizzato pugliese, rappresentante dei cavalieri per il settore Endurance Fise Puglia –  perché non solo  abbiamo partecipato  ad un mondiale,  ma  averlo fatto sotto l’effige di una grande scuderia di Abu Dhabi, la Mezyad  Stables. Per l’importanza dell’evento  abbiamo  anche ricevuto la sponsorizzazione di Confindustria Puglia. Un grande onore per la nostra scuderia.”
Francesco, raccontiamo ai nostri lettori come  è andata la gara, come si è svolta.  “La gara era iniziata molto bene partendo subito nel gruppo di testa. Abbiamo gestito bene la gara sino al 70mo km, poi un piccolo problema muscolare ci ha fermato.
Grande soddisfazione abbiamo ottenuto grazie anche ad un nostro cavallo, Tobruk del Sangro, che il giorno recedente ha partecipato ( con in sella un cavaliere emiratino della Meyzan Stable) alla HH SHEIKH MOHAMMED BIN RASHID AL MAKTOUM ITALY ENFURANCE FESTIVAL, concludendo la gara in ottima condizione.”
Secondo te, Francesco , in questa disciplina,  così dura per certi versi, soprattutto ai grandi livelli, è possibile, lasciare spazio all’improvvisazione o alla fantasia dell’ultimo momento?                “E’ uno sport che non puo lasciar spazio all’improvvisazione. Tutto va programmato, studiato e organizzato a dovere. Allenamenti ben calibrati, alimentazione corretta, inquadramento delle assistenze che devono essere preparate e competenti. Ci vuole un grande impegno sotto molti punti di vista.”
Quali sono i prossimi obiettivi?                                                                                                                                                                                                                                                                                 Attualmente abbiamo in preparazione 5 cavalli, di proprietà e in gestione, cavalli da qualificare per e categorie internazionali e cavalli pronti per una stagione in 120 e 160. Sono ottimi cavalli con strutture solide, doti mentali definite e predisposizioni al lavoro. Anche la genetica e’ importante perché grazie a quest’ultima e’ possibile impostare un percorso di crescita su basi solide.
Ora siamo in preparazione per a stagione invernale.  Si parte con internazionale di Follonica a metà novembre. Parteciperemo con due cavalli: ST ARMANI (già in ripresa dopo il mondiale) prenderà il via nella 120km finale MIPAAF 7 anni; OKIHTO DELL’ORSETTA correrà nella finale MIPAAF riservata ai 4anni .

Quale consiglio ti senti di profondere a chi si appresta a praticare l’Endurance?
Il mio primo consiglio è approcciare alla disciplina con il giusto spirito, tanto lavoro e sacrificio, affidandosi anche a cavalieri esperti che possano indicare la giusta via.

ST ARMANI CON COLOMBO ED E’ QUALIFICA PER I MONDIALI

ST ARMANI CON  COLOMBO ED E’ QUALIFICA PER I MONDIALI

3lug, 2019

Eccellente risultato per  Francesco Colombo, Referente Cavalieri Settore Endurance Fise Puglia, che nella FEI‐ CEI*, EnduranceVivaro Equitum Road ai Pratoni del Vivaro  a Roma,  qualifica ST Armani, PSA del 2012, figlio di Royal Colours x Da Roulette,  di proprietà dell’Allevamento Tullio  Simonetti  (allevatore di Lucera – FG), affidato alla sua scuderia ed in allenamento dall’inizio del 2018.

 

Una soddisfazione  che come Colombo stesso ammette è il frutto di un impegno costante e assiduo, fatto di allenamenti giornalieri anche su più cavalli -“L’endurance – riferisce – è una disciplina talmente impegnativa da richiedere tanto lavoro e sacrificio, in cui l ’amore per il cavallo deve sovrastare ogni altro impegno. Sacrifici, che, comunque vengono ripagati dall’emozione che solo le gare endurance saranno regalarti”

LA PIOGGIA NON LI FERMA: CAMPIONATO ENDURANCE A CORATO

LA PIOGGIA NON LI FERMA:  CAMPIONATO ENDURANCE A CORATO

27mag, 2019

Sotto la pioggia incessante,  sfidando le intemperie si è conclusa la quarta tappa