Publisher Website!

GAUDIANO CON LA COPPA DEL MONDO FA SOGNARE TUTTI …

GAUDIANO CON LA COPPA DEL MONDO FA SOGNARE  TUTTI …

15nov, 2019

Fa sognare tutti,  con un tifo tutto italiano, Emanuele Gaudiano, il carabiniere scelto, nativo di Matera,  classe ’86,  che ha mosso i primi passi equestri a cavallo tra Puglia e Basilicata,   nel  Gran Premio  Volkaswagen valevole come quarta tappa del girone Europa Occidentale della Longines FEI Jumping World Cup™ 2019/2020. Gaudiano  ha conquistato il quarto posto dopo un barrage giocato sul filo dei centesimi di secondo che ha visto prevalere il britannico Scott Brash con Hello M’Lady (0/0; 35.53).
Con un doppio netto nel tempo di 36 secondi e 23 centesimi, Emanuele Gaudiano con Chalou ha infiammato il numerosissimo pubblico del Pala Volkaswagen e, con tale risultato, ha guadagnato punti importanti nella classifica del girone di Coppa del Mondo che ora lo vede quarto (26 punti).
Gaudiano ha quindi consolidato ancora di più  la sua posizione nel ranking FEI valido per la conquista di un posto per i prossimi Giochi Olimpici in Giappone.
“Ho vissuto una settimana stupenda qui a Verona – ha detto l’azzurro – con la vittoria del primo giorno e il quarto posto di oggi. Chalou è stato incredibile, un tempo di galoppo in più sulla linea del primo ostacolo ci ha fatto perdere centesimi di secondo preziosi. Resta comunque la soddisfazione per aver conquistato altri punti importanti per ottenere un posto nella gara individuale delle Olimpiadi di Tokyo.”

Trentotto i binomi al via, sedici dei quali ammessi al barrage. Tra questi tre degli otto italiani al via.
Il carabiniere scelto Filippo Marco Bologni primo ad entrare sia nel percorso base che nel barrage con Sedik Milano Quilazio, ha chiuso con un doppio netto nel tempo di 45.86 secondi che gli è valso l’ottava posizione in classifica finale. In barrage anche il 1° aviere scelto Emilio Bicocchi con Evita SG Z anche lui capace di una prova velocissima senza errori (0/0; 37.78) che lo ha collocato al sesto posto.

“Portare tre cavalieri azzurri nei primi dieci e andare addirittura vicinissimi alla vittoria con Gaudiano ci riempie di orgoglio – ha dichiarato il Presidente della FISE Marco Di Paola. Cresce Fieracavalli e cresce la Federazione come hanno dimostrato le iniziative di ArenaFISE e tutte le altre discipline rappresentate in questa edizione di Fieracavalli”.

Nella classifica del Gran Premio alle spalle di Scott Brash si sono invece piazzati l’irlandese Darragh Kenny con Romeo (0/0; 36.06) e lo svizzero Steve Guerdat con Alamo (0/0; 36.19).

Riferimento Ufficio Stampa Fise 

SPORT EQUESTRI IN ITALIA E IN PUGLIA, NE PARLANO DI PAOLA E VERGINE

SPORT EQUESTRI IN ITALIA E IN PUGLIA, NE PARLANO DI PAOLA E VERGINE

13nov, 2019

“Passione e amore per il cavallo”, un claim che trova spazio lì dove  via sia la capacità di riunire e unire in un unico mondo, quello appunto del cavallo, visto, amato e declinato in tutte le sue sfaccettature, come testimonial di uno stile di vita, come fantastico compagno di avventure e viaggi,  come essenziale partner per l’agonismo, come animale da compagnia, come strumento di rieducazione alla vita, uno spazio che certamente Fieracavalli  riesce ad interpretare favolosamente da 121 anni.

Ovviamente Fieracavalli è occasione di incontro e di rincontro per appassionati, tecnici, istruttori, cavalieri ed amazzoni.

La Federazione Italiana Sport Equestri,   ha un ruolo determinante nell’organizzazione della rassegna scaligera,  con concorsi di salto ostacoli,  concorsi per Pony, la Coppa delle Regioni Under 21, ma soprattutto Verona è l’unica tappa italiana della Coppa del Mondo di Salto Ostacoli Longines Fei World Cup. 

A rappresentare la Fise, il presidente Marco Di Paola, che ha evidenziato come in Italia vi sia un forte incremento degli sport equestri. “La Fise – ha specificato Di Paola – dedica molta attenzione alla base, perché è dalla base che  si formano i futuri campioni.” Ai microfoni di Puglia a Cavallo, Di Paola ha elogiato la Puglia per l’importante lavoro che in questi anni sta compiendo, nonostante le difficoltà di una Regione complessa, estesa in lunghezza  con i relativi disagi per spostamenti, trasporti etc.”

Il presidente della Fise Puglia, Francesco Vergine, presente a Verona oltre che in rappresentanza della Regione e come commissario  della Fise Basilicata,  come cavaliere delle cosiddette categorie “grosse”, ha evidenziato  ai microfoni –  la coesione dei giovani atleti delle due Regioni che a Verona hanno affrontato con coraggio e determinazione la Coppa delle Regioni Under 21, classificandosi al 4°  la Puglia e al 6°  la Basilicata su 15 Regioni presenti,  dei cavalieri partecipanti a titolo individuale e nelle gare della 121, oltre che l’impegno del Comitato Regionale a stimolare  e supportare la crescita della base, la professionalizzazione dei tecnici senza perdere di vista lo sviluppo dell’agonismo  nelle diverse discipline  contemplate dalla Fise.

UNDER 21, UNA FANTASTICA PUGLIA

UNDER 21, UNA FANTASTICA PUGLIA

10nov, 2019

E’ un risultato eccellente quello che la Puglia porta a casa dalla edizione 2019 di Fieracavalli, con un quarto posto, dopo Toscana Sicilia e Liguria. Un finale che si chiude con un totale di otto penalità, ma, che come totale dei tempi sarebbe valso a posizionare la squadra al secondo posto.

BRIGIDA, IL CAVALLO, LE MIE GAMBE

BRIGIDA, IL CAVALLO, LE MIE GAMBE

6nov, 2019

Brigida ha iniziato un percorso di terapia a cavallo nel lontano 2007, da quel momento in poi non ha mai smesso di montare. Da subito ci siamo resi conto che aveva una passione enorme per l ‘equitazione e i cavalli oltre che un potenziale incredibile come amazzone”Speciale”.
A raccontarci di Brigida Nigro, è il suo istruttore, Marcello Ostuni,  una laurea in scienze motorie, conseguita a   Bologna, con una tesi sulla riabilitazione equestre come metodo di terapia e normalizzazione per soggetti disabili,  che gli ha consentito  insieme al fratello, anche lui dottore in scienze motorie,  di fondare  un centro di equitazione e terapie assistite con gli  animali.
La voglia di tornare in Puglia – racconta Marcello Ostuni – subito si sostanzio’ conoscendo Brigida, determinante per entrambi fu la formazione in equitazione seguendo  il metodo classico e l’Accadelia Ars Equitandi di Francesco Vedani.  “Lui  – conferma Marcello Ostuni –  ci fu di grande aiuto per migliorare l’addestramento speciale della famosa Melinda, il cavallo di Brigida, una cavalla Avellignese di proprietà della nostra  famiglia.”
 Oggi Brigida ha 23 anni, affetta dalla nascita da  Sindrome di regressione caudale –  frequenta il terzo anno del Corso di Laurea di Educatore sociale all’Università del Salento, pratica il volontariato – come lei stessa afferma , per quanto nelle sue possibilità – non trascura famiglia e amici  e ovviamente pratica l’equitazione a Mesagne, da ben 12 anni,  presso il centro Acqua2o equitazione e riabilitazione equestre della famiglia Ostuni, che attualmente ospita circa 30 ragazzi affetti da disabilità fisiche e mentali. Unica atleta nei ranghi Fise Puglia che pratica il paradressage  sotto l’egida dell’Oasi del Cavallo di Carovigno,  ha ottenuto nell’ultimo Campionato Regionale un punteggio pari a 69%.
Piena di energia e di voglia di fare, Brigida  è un vero esempio per tutti.  “Trovo l’energia nel cavallo, mi aiuta a non arrendermi mai di fronte alle difficoltà e a raggiungere quello che voglio. Il cavallo diventa le mie gambe e mi permette di essere autonoma e non avere bisogno della sedia a rotelle.  Durante gli allenamenti preparo la ripresa di dressage. Inizio la lezione facendo degli allenamenti per  rafforzare l’equilibrio.  Esercizi per stendere meglio braccia e gambe.  Il mio equilibrio psico fisico, si basa molto sul lavoro che eseguo a cavallo.  Ovviamente c’è poi tutta la parte tecnica dell’equitazione legata alla corretta esecuzione delle figure e l’utilizzo delle varie andature.”
 Brigida  hai un sogno nel cassetto?
“Un sogno nel cassetto c’è l’ho, è chiaro, ogni atleta c’è l’ha, è il sale della vita, avere delle mete delle ambizioni. Io ne ho una a medio termine , che è quello di fare il Campionato regionale nel 2020 e poi quello italiano. In tutto questo ho sempre un Angelo  custode che mi protegge , la mia mamma Ada, venuta a mancare da circa tre anni. Ma qui ci sono a sorreggermi tanti amici, il mio istruttore Marcello, mio padre Angelo, che è un vero angelo, i miei zii, e la mia  Haffingher, Melinda.”
Bene Brigida, noi da Puglia a Cavallo  saremo a seguirti e siamo certi che racconteremo ancora di te e di tutti i tuoi successi. Quindi avanti tutta!

 

 

CARACCIOLO ED E’ GRAN PREMIO

CARACCIOLO ED E’ GRAN PREMIO

4set, 2019

E’ nella Arena dell’Horse Club Terra Jonica che  i big  sono tornati a darsi battaglia in occasione del Nazionale 2* di Salto Ostacoli  Fise,  Summer Jumpig,  per  la conquista di titoli e piazzamenti.