STAGE DI DRESSAGE CON ROSSI: I PROTAGONISTI

STAGE DI DRESSAGE CON ROSSI: I PROTAGONISTI

10Giu, 2015

Oltre due metri di altezza: inedito per un cavaliere che ottiene risultati di successo. Parliamo di Fulvio Rossi,

maestro e preparatore di Dressage che ha tenuto a Monticchio, invitato da Manuel Albano con il suo Horsbrochers.it,  uno stage di Dressage a cui hanno partecipato oltre dieci cavalieri provenienti da tutta la Puglia. Rossi che aveva iniziato ad andare a cavallo da adulto, aveva già 18 anni, ha calcato le scene nazionali e internazionali partendo da una preparazione nell’ambito del Completo presso il Centro Sportivo dei Carabinieri a Cavallo. Una scelta forse casuale quella del Dressage, ma che ha potuto affinare in Germania, con la scuola di Reiner Klimke, sei volte campione olimpico e poi in Francia.Diversi i risultati che ha ottenuto e che gli hanno consentito tra l’altro di partecipare alle Olimpiadi Militari del ’95 e’ 96 piazzandosi 7° al Mondiale e con risultati da podio con i Giovani Cavalli presentati. Attualmente Rossi, che ha due figli, che non praticano l’equitazione se non per diletto, uno dei due è un campione della serie A di pallavolo, vive a Roma e lavora nella scuderia privata di Fausto Puccini, gira l’Italia per promuovere la disciplina del Dressage facendo stage per professionisti, istruttori e atleti.

Con Rossi abbiamo parlato di Dressage, della pratica di questa disciplina che oggi sempre più viene riconosciuta come base fondamentale  per la pratica anche di altre come lo stesso salto ostacoli.

Rossi abbiamo visto che ha diviso tutti i cavalieri che hanno partecipato al suo stage in gruppi,, ciò anche aggravando il suo impegno, che si è protratto per due giornate intere.

Si in effetti dopo aver conosciuto cavalieri e cavalli ho voluto lavorare in gruppi per consentire ad ogni binomio di poter acquisire il massimo beneficio dallo stage. Ovviamente ho organizzato il lavoro in base al livello tecnico raggiunto dal cavaliere, dalla preparazione atletica dello stesso e dall’addestramento del suo cavallo oltre ad aver valutato le esigenze per le quali si è iscritto. In particolare in questa tornata ho avuto degli istruttori, un binomio già competitivo nel dressage. Elementi di cui ho dovuto tenere conto. 

Ritiene che il Dressage in Puglia possa avere spazio o comunque avere un evoluzione?

Il Dressage dobbiamo imparare a valutarlo come propedeutico ad ogni forma di equitazione. Il più grande risultato che si possa ottenere è quello di riuscire a far cambiare mentalità ai nostri istruttori, e qui voglio generalizzare, non facendo una differenza tra l’istruttore pugliese, quello siciliano o lombardo.  Il dressage è innegabile richiede una certa cultura. Il dressagista è uno studioso delle andature in estinzione ed in elevazione, pertanto è chiaro che un istruttore che pone alla base del suo lavoro la completa padronanza del cavallo da parte del cavaliere, sarà un istruttore di successo.

Oggi – continua Rossi – con le unità didattiche che prevedono base di dressage e dressage avanzato l’istruttore, anche l’istruttore di base,  ha dei rudimenti di cultura, quindi molti anzi moltissimi passi in avanti sono stati fatti.

Ma che caratteristiche deve avere il cavallo da Dressage? Quali sono i cavalli più adatti?

Innanzi tutto deve essere ben proporzionato, la groppa in particolare non deve essere troppo alta, garrese evidente e deve avere un naturale sviluppo dell’andatura. Carattere equilibrato.  Si prestano bene i cavalli europei, nordici che hanno linee di sangue che vantano capostipiti di genealogia, come in gergo viene detto CL. 

A partecipare allo stage con il maresciallo Rossi sono stati: Alessia Lucchese (ASD Giuliana), Veronica Lucarelli (ASD Giuliana), Giorgia Prada (ASD Giuliana), Daniela Colaninno (ASD San Donato), Manuel Albano, Natilia Massafra, Francesca Loscialpo, Carmelo Donzella Michele Sportelli (HorseBroker.it),Salvatore Golia (Circolo Ippico Fanò), Piero Milella, Lucia Milella, Nicola Milella, e Antonia Milella (ASD Circolo Barese di Equitazione).

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.