LA SCUOLA VOLONTARI TRUPPA AERONAUTICA CON L’ARPEC PUGLIA PER LA VIGILANZA A CAVALLO

LA SCUOLA VOLONTARI TRUPPA AERONAUTICA CON L’ARPEC PUGLIA PER LA VIGILANZA A CAVALLO

22Mar, 2016

Un importante accordo  che prevede interventi mirati alla vigilanza, protezione e salvaguardia del comprensorio Circumarpiccolo, Palude La Vela e tutto il litorale antistante la base militare,  è stato siglato tra la Scuola Volontari di Truppa A.M. (SVTAM) e la Sezione WWF di Taranto,  l’Associazione di Protezione Civile a Cavallo di Puglia (ARPEC),  impegnata da tempo ormai,  in molteplici operazioni di protezione civile e vigilanza ambientale ed il Centro Studi Cetacei (CSC),  gruppo di ricerca della Società Italiana di Scienze Naturali,attivo a livello nazionale che con Unità Operative regionali ,agisce nello studio e nella tutela del mare dei cetacei e delle tartarughe marine che, vivi o morti, si spiaggiano lungo le nostre coste.

L’ ex SARAM, oggi SVTAM, all’ingresso di Taranto su Punta Penna, sarà un presidio di vigilanza ambientale, affidato appunto , congiuntamente a  W W F  Taranto, all’Associazione  Protezione Civile a Cavallo di Puglia, Arpec, e il Centro Studi Cetacei, CSC, alla SVTAM, che permetterà l’utilizzo, in concessione, di un’area di competenza delle stesse Forza Armate.

L’accordo, si legge nella nota diramata dalla SVTAM,  sancisce l’impegno e la disponibilità come naturale conseguenza dei rapporti di collaborazione tra la Forza Armata e le altre istituzioni, soddisferà le parti coinvolte consentendo un sostanziale vantaggio reciproco in quanto l’accesso al reparto, custode di un patrimonio naturale incontaminato e di rara bellezza, permetterà da un lato lo svolgimento di una preziosa attività di ricerca scientifica e dall’altro l’incremento di una maggiore tutela ambientale tramite la pulizia e la bonifica del litorale al quale la SVTAM si affaccia per diversi chilometri proprio nell’area notoriamente dedicata al giuramento degli allievi VFP1.

Il Comandante, Col. Francesco TURRISI, ha accolto con entusiasmo tale opportunità riconoscendo l’importanza di salvaguardare l’ambiente e nella convinzione che l’ accordo non solo porterà concreti vantaggi per la cura del reparto, ma soprattutto rappresenterà una tangibile possibilità di accrescimento culturale per il proprio personale e per tutta la collettività che ancora una volta potrà riconoscere la SVTAM quale esempio da imitare non solo nel campo militare, ma anche in quello più squisitamente civico a conferma dell’impegno quotidiano oltre che nelle previste attività d’istituto anche nella tutela e valorizzazione del territorio quale preziosa risorsa per tutta la collettività

Va detto che questo accordo rientra nel programma di salvaguardia e valorizzazione del comprensorio Circumarpiccolo. Il programma prevede nel suo complesso la vigilanza a cavallo di tutta l’area intorno alla palude “La Vela”, oasi naturalistica del WWF.

Va ricordato che esiste un progetto, denominato ECOPAMAR, nel quale sono impegnate diverse associazioni, il comune, l’università di Bari, che prevede la valorizzazione di queste aeree di grande interesse naturalistico, tutti  posti stupendi, mediante studi scientifici, geolocalizzazione di siti di interesse rilevante e protezione della fauna e flora autoctona e migratoria.

Il  progetto è stato studiato e valutato dalla Fondazione per il Sud, che ha stanziato dei fondi per la sua realizzazione. In questo contesto si inserisce, in modo fondamentale, la vigilanza a cavallo, considerato il più appropriato e meno invasivo dei sistemi di monitoraggio. All’ARPEC Puglia il compito.

Si ringrazia per le foto Allegra Ferrari

 

 

SVTAM Taranto - Foto Allegra Ferrari

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.