I 7 BINOMI PUGLIESI A FOLLONICA PER LA COPPA

I 7 BINOMI PUGLIESI A FOLLONICA PER LA COPPA

15Ott, 2018

7 sono stati i binomi pugliesi che in squadra e a titolo individuale hanno gareggiato per la Coppa delle Regioni di Endurance,  che si è svolta nel Parco di Montioni e in zona Santa Laura nel Comune di Massa Marittima, con partenza e arrivo all’Ippodromo dei Pini di Follonica,  con altri 223 binomi complessivi in tutte le categorie previste.
Il percorso , di 30 chilometri, ad anello,    ripetuto in progressione a seconda delle categorie, ha contemplato  come di consueto i cosiddetti “cancelli veterinari”  che la formazione pugliese ha  superato, raccogliendo anche gli elogi del Comitato Organizzatore e dei veterinari di servizio preposti che hanno  apprezzato  soprattutto  la presentazione, la conduzione dei cavalli  e la compostezza del team. Una trasferta che pur non raccogliendo il podio ha consentito alla “squadra” di fare esperienza, di concludere la gara in maniera onorevole e di rientrare con cavalli che all’indomani della prestazione non hanno subito alcuna défaillance.

Per la Puglia  presentata a Follonica, dopo un anno di Campionato Regionale e di importanti incontri e allenamenti, da Francesco Colombo come Capo Equipe e da Maria Convertini come Veterinario Accompagnatore della squadra, sono scesi in campo, i fratelli Domenico e Luigi Cantatore, in sella rispettivamente a Samir By Camelot e Nisha,  Danilo Linciano che ha montato Magic Mechei-T, Vito Pio Partipilo su Lea di Poggiavalle,  Rosa Toscano con Olimpia, Francesco Barile e Domenico Zenzola con Dakhampton e Cremenaga. Ad accompagnare il drappello il team degli accompagnatori, che,  nell’endurance riveste un ruolo fondamentale,  Francesca Loconsole per i giovani Cantatore, Giacomo Sozzo per Linciano, l’istruttore Vittorio Viti per Rosa Toscano, Lucia e Michele Barile per Francesco Barile e Domenico Zenzola, Giuseppe, detto Pino Maggi che ha “vegliato” su tutta la squadra.

Soddisfazione ha espresso Francesco Colombo al termine della conclusione della gara evidenziando come la partecipazione della squadra sia stata,  per  i ragazzi  l’occasione di misurarsi in un contesto differente da quello regionale e abbia dato l’opportunità di comprendere ulteriori aspetti della competizione agonistica della disciplina in un contesto”non protetto”. Per la veterinaria di Puglia, Maria Convertini, specializzata  nell’endurance e nel trattamento di cavalli da competizione sportiva Follonica ha rappresentato a suo parere “la postazione ideale” per far tastare ai giovani cavalieri come lo stato di salute dei cavalli sia la “conditio sine qua non” per gareggiare con successo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.