Publisher Website!

ANDRISANO VINCE IL GRAN PREMIO, IN UN CONCORSO CON TIFO DA STADIO

ANDRISANO VINCE IL GRAN PREMIO, IN UN CONCORSO CON TIFO DA STADIO

3nov, 2019

La  stagione invernale non è lontana, ma intanto in Puglia il bel tempo regala ancora giornate da trascorrere all’aria aperta  e competizioni  baciate dal sole. Come il nazionale A2* svoltosi a San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto, l’ Horse Club Terra Jonica, lo scorso weekend,  con spalti pieni di  spettatori, decisi ad acchiappare l’ultima abbronzatura.

Uno spettacolo condito dalla bella equitazione e da un Gran Premio che ha offerto davvero un’attraente  rappresentazione , con cavalieri e amazzoni all’altezza della situazione e che hanno indotto il pubblico ad un tifo quasi da stadio, inusuale per  gli sport equestri o comunque per attività diverse dal calcio.

A vincere a pieno titolo  il Gran Premio, h1,35, una categoria due manche,  è stato Antonello Andrisano in sella a Banca Popolare di Bari Selena, figlia del del grande performer  e razziatore  Burggraaf (ndr* noto per aver generato una lunga serie di saltatori dall’eccellente portamento e stile. Tra i tanti prodotti di talento di quest’ultimo possiamo citare S’Blief, Gran Premio di Calgary, Florijn che si piazzò terzo alla Kür To Music di Parker e dodicesimo nella Coppa del Mondo di Carsbad (USA), Burggravin, Henza, Dumbo, Hevalientje, Jumpere e Graaf. Burggraaf ha inoltre un buon indice di CSO con 152 punti e si è classificato primo ex aequo nell’albo d’onore CSO degli stalloni padri di vincitori di 10 anni) e di Fenny Bell, figlia a sua volta del noto  stallone Holsteiner,  Corrado, che ha prodotto cavalli saltatori di grande successo, morto all’età di 33 anni.  Selena entrata nella scuderia di Andrisano da circa un anno, dopo aver fatto  i mondiali di Lanaken in Belgio per la qualifica dei sette anni,  è già stata protagonista con il cavaliere tarantino  di concorsi  a Cattolica, Cervia ed Atina, anche in  categorie 1,45.

Argento, con  un  solo secondo ed un decimo  di differenza, per  l’amazzone   calabrese Carmen Notaro,  tesserata con l’Oasi del Cavallo di Carovigno, anche lei in sella ad un fantastico grigio nato nel 2006, Kimtender della Verdina, figlio  di uno tra i migliori stalloni da monta tedeschi,  Holstein, Hannover,  Westfalen, Contender  e come madre,  Coletta, ampiamente distintasi in Italia.

CARMEN NOTARO PUGLIA A CAVALLO

Terzo  con un meritatissimo bronzo,  Pasquale Chiriatti, , anche lui  cavaliere di secondo grado,  che in sella a  Cwaprice 2,   con cui ha concluso  netto con 40,02, è stato protagonista nel 2019 di  importanti categorie alte, che gli sono valse anche la qualificazione per Verona nella 121.

Chiriatti

Hanno regalato percorsi di livello anche altri cavalieri  che pur non giunti tra i primi tre, hanno incantato per stile e bravura.

TUTTI IN “GHINGHERI” INIZIANDO DAI PICCOLINI!

TUTTI IN “GHINGHERI” INIZIANDO DAI PICCOLINI!

27gen, 2017

Un anno di successi, un anno di crescita, questo è stato il trend della FISE Puglia –              vai all’articolo completo trovi foto e classifiche – 

IL MEMORIAL WALTER VERGINE AD ANDRISANO IN UNA CORNICE SUGGESTIVA

IL MEMORIAL WALTER VERGINE AD ANDRISANO IN UNA CORNICE SUGGESTIVA

3lug, 2016

E’ ancora lui, Antonello Andrisano, già detentore del titolo di Campione Regionale Assoluto di II° Grado, nonché Oro,  del Trofeo d’Inverno 2016,  il vincitore del IV Memorial,  Walter Vergine, il Gran Premio voluto dalla Famiglia Vergine, come sottolinea la signora  Miranda, per ricordare Walter,  suo marito, il papà di Francesco Vergine, presidente della Fise Puglia, che lo aveva avviato agli sport equestri sin da ragazzo.  Il Gran Premio, inserito nel Circuito MPAAF Sud, come categoria aggiunta con una  C135, e dotato di un montepremi di 2500 euro,  si è svolto nella farm pugliese del Circolo Ippico “Il Monte” di Pierantonio e Lucia Carovini a Copertino in provincia di Lecce.

“Il Monte”, una delle strutture di maggiore interesse del panorama equestre pugliese, ha ospitato infatti, oltre 160 binomi, in tre giornate di caldo afoso, come se niente fosse,  dando conforto e ristoro, a cavalli, cavalieri, tecnici e ospiti in una cornice suggestiva e accogliente, immersa nel verde, proprio come “l’immaginario collettivo” sogna,  che siano i maneggi. Strutture funzionali,  per tutti,  ma con il gusto del bello.

22 gli iscritti al Gran Premio, con 19 partenti complessivi che hanno preso parte alla prima manches. L’accesso alla seconda manches, dapprima previsto per sette binomi, è sceso,   a sei,  a causa della riduzione del numero dei partenti reali su  percorso base.  Pertanto dopo una serie di prestazioni interessanti di binomi che avevano commesso anche  un solo errore, come ad esempio lo stesso Carovini, il secondo giro è stato appannaggio   dei sei migliori binomi che avevano totalizzato  0 penalità.

Pertanto al secondo giro venivano ammessi Antonello Andrisano con Incanto dei Dioscuri, Francesco Vergine con Lancelot, Antonello Andrisano con Banca Popolare di Bari Apache Van Paemel, il lucano Filippo Melidoro con Quartz, Francesco Spanò su Ganador e Maria Luisa De Vitis in sella a Wishful.

Sul podio ad ottenere il titolo,  Antonello Andrisano con Incanto, un prodotto del suo allevamento  dei Dioscuri, figlio di Ingrid del Duca di Torre Vecchia e Canturo, piazza d’onore per l’ideatore del Memorial,  Francesco Vergine con Lancelot e terzo ancora lo stesso  Andrisano con Banca Popolare di Bari Apache Van Paemel.

A TARANTO L’ASSOLUTO, JUNIOR, SENIOR PRIMO GRADO & C.

A TARANTO L’ASSOLUTO, JUNIOR, SENIOR PRIMO GRADO & C.

6giu, 2016

Ad aggiudicarsi  le tre maggiori, “per altezza” s’intende,

ANDRISANO CAMPIONE ASSOLUTO 2016

ANDRISANO  CAMPIONE ASSOLUTO 2016

6giu, 2016

E’Antonello Andrisano il  Campione Regionale Assoluto 2016.