Publisher Website!

POST SCRIPTUM… AUGURI

POST SCRIPTUM… AUGURI

11apr, 2020

….Pasqua è un momento di riflessione, ma è anche un momento di rinascita. Il Covid 19  cari lettori di Puglia a Cavallo, sia che apparteniate alla grande famiglia Fise, sia a Fitetrec Ante o ad altre organizzazioni associate Coni, ci ha a tutti spezzato le gambe, ma noi siamo persuasi che presto  ritorneremo in sella. Forse saremo più poveri … mancati incassi, rate e spese da pagare, ma certamente avremo dalla nostra la forza di risollevarci, di reagire, di andare avanti, con la consapevolezza che questo periodo ci avrà lasciato anche qualcosa di buono. La consapevolezza che la vita che conduciamo, le opportunità che abbiamo, non vanno sprecate, consci che l’amicizia e  il condividere il comune interesse è una  bellissima esperienza della vita.

Proprio per questo vi proponiamo una lettera,che abbiamo ricevuto,  forse lunga, ma chi non ha voglia di leggerla è libero di non farlo, d’altronde in questi giorni il tempo non ci manca. Ci ha colpito perché è corale,  ricca di tanti piccoli post scriptum. E’ una lettera che sintetizza il valore delle persone, il valore del lavoro, il valore dell’impegno, il valore del rispetto, il valore dell’amicizia, il valore della famiglia, il valore dello sport, il valore del tempo.  Per questa Pasqua abbiamo scelto Luca Miccoli, il salentino Pikiniello,  e i suoi ragazzi…. perché spesso nei circoli che conosciamo e che vi proponiamo, va proprio così … Auguri a tutti di buona Pasqua … 

Ciao Luca,
Sentivamo noi tutti il bisogno di scriverti questa lettera per ringraziarti. Sappiamo quanto tu metta dentro il tuo lavoro la passione, il cuore e spesso anche il fegato per riuscire a tirare fuori il meglio da noi e dai nostri amici cavalli. Siamo in tanti, davvero in tanti, ad essere seguiti da te e tenere alta l’asticella non è semplice né per te né per noi, ma lavorando ci riusciamo (quasi sempre).
Quasi sempre perché lavorare e migliorare comporta dei piccoli capitomboli, piccole crisi, ma è nelle crisi che tu ci prendi per mano e ci rimetti in piedi più forti di prima. Cerchi di renderci consapevoli, sensibili, e nello stesso tempo riesci a farci divertire e tutto questo è ancora più complicato rispetto all’obbiettivo di un semplice risultato, risultato che a volte può essere merito del cavallo o delle circostanze.
In questa competizione siamo stati giudicati finalmente per la tecnica e per l’efficacia da persone competenti e giudiziose e così come questo ha fatto sentire importanti noi piccoli cavalieri volevamo noi far sentire importante te, vero artefice di tutti i nostri successi.
In questo difficile periodo ci stai dimostrando più che mai di esserci vicino e che non rappresenti soltanto la figura dell’istruttore durante la lezione, ma sei il vero trainante della nostra passione, avendoci trasferito la cura e l’amore che hai per questi nobili animali. Ed è proprio questa tua realtà a fare per noi la differenza.
Il messaggio umano che ci lasci ogni giorno va oltre qualunque risultato mai ottenuto.
Grazie Luca e grazie al tuo splendido team
La tua big family

P.s. La tua professionalità in campo è indiscutibile e la grandezza del tuo cuore fuori è immensa. (Anna G.)

P.s. Grazie per il tempo che ci hai dedicato, la pazienza, per non aver mai smesso di credere in me e per avermi resa la persona che sono oggi. (Raffaella S.)

P.s. Luca il mio pensiero racchiude l’amore per il cavallo che grazie a te è cresciuto nel tempo e che mi fa apprezzare il tuo grande lavoro. Sai motivare dall’ultimo arrivato a chi come me riesce ancora ad andare a cavallo con qualche piccola soddisfazione. Grazie. (Gigi F.)

P.s. Grazie mille per darci sempre la possibilità di metterci in gioco e divertirci, ma soprattutto la forza e la determinazione per rialzarci se cadiamo. (Elena D.G.)

P.s. Grazie per la competenza, per la grinta e per il cuore che metti in quel campo ogni giorno. (Claudia C.)

P.s. Grazie per la grinta, per la motivazione e per il tempo che dedichi a ciascuno di noi dentro e fuori dal campo. (Francesco I.)

P.s. Ci sarebbe da ringraziarti per molte cose, ma ti ringrazio soprattutto per il buon esempio di vita che doni a tutti ogni giorno. Nulla è scontato in questo sport come nella vita, e tu combatti con noi in prima linea per aiutarci a raggiungere i nostri obbiettivi. Grazie di cuore (Chiara D.P.)

P.s. “Competenza” è un cocktail difficile da raggiungere perché composto da vari fattori, non tutti sempre presenti in una singola persona: amore, passione, umiltà, fatica, ascolto e ricerca delle soluzioni. Sei un professionista competente come pochi. (Ruggiero C.)

P.s. Mi hai insegnato a saper guardare oltre i limiti. Che il lavoro, i sacrifici e la perseveranza ripagano sempre. A te che sei maestro, amico e forza: grazie per avermi dato la possibilità di essere parte di tutto questo. (Alessia D.)

P.s. Caro Luca non ho avuto personalmente la fortuna di averti come istruttore, ma ti vivo attraverso Maide. Posso solo dirti che in questo sport la fiducia e la tranquillità che sai trasmettere non ha confronti. Grazie di cuore. (Sabrina I.)

P.s. Se l’amore e la passione per i cavalli si potessero rappresentare tu lo potresti fare benissimo. (Maria Q.)

P.s. Grazie Luca per non esserti mai arreso con me e per aver preteso che nemmeno io lo facessi. Mi hai aiutata a crescere con Sonia e soprattutto come persona. (Francesca D.G.)

P.s. Non mi basterebbero poche righe per dirti tutto quello che mi hai trasmesso. Volevo semplicemente dirti grazie perché da te ho imparato gli insegnamenti veri, quelli che partono dal campo ma che servono per una vita intera. Grazie Luca per avermi insegnato a crederci sempre e a non mollare mai. (Asiachiara R.)

P.s. La tua lealtà e professionalità su tu tutto, mi permettono di continuare ad amare questa meravigliosa passione. (Sandro C.)

P.s. Grazie di cuore Luca per essere l’istruttore che sei, ma soprattutto perché mi hai guidata con pazienza e hai creduto nelle mie potenzialità, mi hai fatto crescere anche nella vita. (Federica B.)

P.s. Mi hanno sempre insegnato che non ci sono allievi senza istruttori… ma non ci possono essere istruttori senza allievi… è un continuo scambio che porta alla crescita e non solo. Continua cosi amico mio! (Alessandro P.)

P.s. Sei riuscito a vedere in me ciò che io non riuscivo a vedere. Tu ci sei in ogni mio successo, grazie a tutti gli insuccessi che mi insegni a superare. Oggi sono grande, anche io sono istruttrice ma ho ancora bisogno di te e i tuoi insegnamenti li tramando tutti i giorni. Li sento parte di ciò che sono, anche fuori da quel campo, nella vita. Mi hai resa migliore, una persona migliore, insegnandomi molto di quello che ho imparato su me stessa. Ad oggi ringrazio te come uomo, maestro e amico. (Maide C.)

P.s. Non mi hai mai fatto pensare che non avrei potuto fare quello che volevo o non diventare ciò che avrei voluto essere. Mi hai guidata attraverso vittorie e sconfitte, sempre pronto a darmi tanti modelli da seguire. Non so se ti sei mai accorto che la persona alla quale vorrei somigliare sei tu! Al mio maestro di una vita, al mio maestro di vita: Grazie! (Emma C.)

P.s. Da quando eri ragazzino, la voglia di confrontarti con ciò che era più grande di te e il riuscire a metterti in discussione ti hanno sempre contraddistinto. Ad oggi quel tuo modo di essere ti ha reso ancora più forte di ciò a cui aspiravi. Ai miei occhi oggi sei un grande uomo, professionista e amico e ciò che ci siamo reciprocamente insegnato in questi anni lo sappiamo solo noi. (Ottavio P.)

P.s. Papà, per esprimere tutta la gratitudine e il bene che provo nei tuoi confronti di sicuro non bastano poche righe, ma vorrei tu sapessi che oltre a volerti bene ti ringrazio per avermi spinto così tanto, per essermi stato d’aiuto nei momenti più difficili, per avermi fatto prendere fiducia in me stesso e soprattutto per avermi dato quei valori che mi hanno reso quello che sono oggi e che sono certo mi renderanno migliore in futuro. Spero tu sia fiero di me e sappi che cercherò sempre di dare il massimo. Con affetto tuo figlio Nicolò.

UN GRAN PREMIO DIETRO LE QUINTE: VINCE LA BOSSO

UN GRAN PREMIO DIETRO LE QUINTE: VINCE LA BOSSO

29ago, 2019

Il dietro le quinte  svela sempre piccoli dettagli che  in qualsiasi evento, manifestazione , rappresentazione o come nel nostro caso. che è quello che oggi prendiamo in considerazione, oncorso ippico, non  può essere noto al grande pubblico.

E’ questo forse il lato del mio  lavoro di giornalista,  che,  più mi piace e mi appassiona: conoscere le persone, conoscere le storie e svelare quel lato umano che le rende uniche.

In occasione della prima tappa del Summer Jumping che si è svolto  a San Giorgio Jonico come sempre  ho incontrato molti  amici che concorrevano anche perché in palio la famiglia Podo, proprietaria della struttura,  con sponsor di grande pregio come, appunto Auto Montrone, è riuscita a mettere in palio, oltre un montepremi di rispetto, anche   un auto, uno scooter, un monopattino elettrico ed una mountain bike per le categorie alte.

Cio che davvero mi ha colpito questa volta è  accaduto durante il Gran Premio, che già nel suo svolgimento aveva,  come sempre,  ormai da un po’ di tempo accade durante i concorsi Fise organizzati nei fantastici circoli ippici di Puglia, calamitato l’attenzione degli spettatori, inducendo un tifo, che è tipico per lo più degli stadi. Già perché quando il pubblico intuisce che il gioco si fa duro, diventa più attento, si fa silenzio, si attende l’olà finale supportato da un esplosione musicale di vittoria.

Intanto all’ultimo barrage del Gran Premio erano stati ammessi in tre, anzi tre cavalieri e quattro binomi perché Gianluca Caracciolo montava due cavalli. Una piccola pausa per un ferro perso da uno dei cavalli di Caracciolo; ed è proprio Gianluca Caracciolo, vero “fuoriclasse” pugliese, che entra per primo in campo, lui punta in alto: girate mozzafiato, ma conclude con una barriera.  Il secondo è il nostro cantante rap, Luca Miccoli, detto Pikiniello: un ottimo percorso netto con 41,49. Conduce per qualche minuto  la classifica. Entra in campo lei , come dire, la “piccina”, si fa per dire,  di tutti, Micaela Bosso, allieva di Rossini, atleta di secondo grado di elevato livello tecnico, reduce purtroppo il giorno prima da una brutta esperienza con una cavalla venuta meno.  Un episodio che tocca i cuori di tutti. Ed è primo qui  a questo punto che accade qualcosa di inaspettato, per me bello,  bellissimo, da esempio.

Mi girò e vedo Miccoli. Si proprio, Luca a bordo campo, con al momento il titolo in tasca,  che tifava con la voce, con il cuore e con il corpo affinché Micaela facesse netto! Un netto alla velocità che Micaela portava, e lui lo sapeva bene,  gli sarebbe costato il primo posto. Ma ciò non gli impediva di tifare per Micaela. Già per una concorrente di un’altra scuderia! Di un altro istruttore! Come diremmo noi in Puglia di un’altra “Parrocchia!”

Micaela conclude con 38,e 71 secondi. E’ prima … Ma deve entrare in campo Caracciolo con il suo secondo cavallo .Il tifo alle stelle,  è sempre ancora,  per Micaela. Intanto l’attenzione è massima.  Tutti riconoscono la bravura di Caracciolo e sussurrano… simpaticamente … “me me Caracciolo,   lascia spazio questa volta , che sta la piccina! ” A bordo campo tutti sono attenti. tutti e tre meritano di vincere. Ma lei è la più giovane, tutti le vogliono bene e forse  un piccolo risarcimento, per la sua disavventura potrebbe farle ritornare il sorriso.

Caracciolo entra in campo e dopo il primo errore ne commette un secondo, che però duole anche a chi aveva i titoli in tasca!

E’ questa l’equitazione che ci piace e che vorremmo vedere sempre.  Insomma come dire un  Barrage, con i controfiocchi con atleti di grande livello. Questo giro intanto l’ha vinto Micaela con Bibanta!

 

NORMATIVE E REGOLAMENTI CON L’AGGIORNAMENTO FISE

NORMATIVE E REGOLAMENTI CON L’AGGIORNAMENTO FISE

8nov, 2017

Sono stati affrontati  temi di interesse generale nel corso di aggiornamento organizzato  dal Comitato Regionale Fise Puglia per Istruttori,

MARCO PALERMO …LA VOGLIA DI VINCERE

MARCO PALERMO …LA VOGLIA DI VINCERE

15lug, 2017

Primo,  nella “Qualificante” 120 Mista con Option D’Auge

LA SQUADRA DEI GIOVANI A PIAZZA DI SIENA

LA SQUADRA DEI GIOVANI A PIAZZA DI SIENA

26apr, 2017

Il dado è tratto. Dopo le diverse selezioni, di tre giornate ciascuno, che si sono svolte  in questi mesi